1 Settembre 2020 - 12:00

Il tempo stringe, inizia il mercato più strano mai visto. Parole chiave: strategia e idee chiare

post

Normalmente il primo settembre equivale – per molti – al più classico sospiro di sollievo da “ah, finalmente è finito il calciomercato“. Si studiano le rose ai nastri di partenza, si ipotizza la qualità delle squadre, si tirano le somme della sessione sotto l’ombrellone. Non quest’anno, non adesso. Non oggi che, primo settembre del tutto inedito, apriranno ufficialmente i battenti delle trattative. Tutto come al solito, solo traslato in avanti? Non proprio, perché mai come quest’anno il tempo stringe, le occasioni sono poche, gli errori stanno a zero. Domani scopriremo contro chi lo Spezia farà il suo storico esordio in A, ma il gruppo è oggi ancora lo stesso che ha trionfato nei play-off (sembra ancora incredibile) soltanto 12 giorni fa. Anzi, nemmeno, perché Scuffet, F. Ricci, Di Gaudio, Ragusa, Nzola e Marchizza hanno già fatto ritorno nei rispettivi club di appartenenza.

E allora viene spontaneo lanciare un pensiero al neo DG Mauro Meluso, che oggi dirà le sue prime parole da dirigente aquilotto ma che con la testa sarà già sicuramente proiettato ben più in avanti, visto che la montagna da scalare è ripida. A lui va il classico e doveroso ‘buon lavoro’ in quella che si preannuncia come la sessione probabilmente più difficile di sempre. C’è una Serie A da difendere con le unghie sin dai primi minuti, una sopravvivenza che si preannuncia estremamente difficile in un mondo completamente diverso da quello che le bianche casacche hanno fin qui conosciuto, un percorso quantomai impervio e irto di ostacoli. Ci si poteva aspettare, certo. Ma ci sarà ancora tempo – poco, troppo poco – per scoprire lo Spezia che verrà, con la speranza che le scelte fatte portino alla fine i risultati cercati in questo corto e infido mese che schiuderà le porte al sogno, quello sul campo. Quello della A. Ma il campo, si sa, difficilmente perdona: e gli errori, quelli sì, stavolta si pagano doppio.

E LE PRIME GARE NON SARANNO AL PICCO >>>>>> LEGGI TUTTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.