1 Settembre 2020 - 11:05

Stadio, ieri sopralluogo al Picco. È corsa contro il tempo, ma ecco le prime novità

post

Nel primo storico anno di Serie A per lo Spezia resta fondamentale anche la questione stadio. Ieri, con l’ufficialità dell’iscrizione al campionato, è stato ufficializzato anche l’Orogel di Cesena come impianto momentaneo per le gare “di casa”, ma è corsa contro il tempo per ottenere la famosa deroga. Come si legge sulle colonne de Il Secolo XIX, ieri è stato effettuato un sopralluogo allo stadio Picco alla presenza – oltre che dei dirigenti bianchi – anche di Emanuele Tigani della Lega Calcio e dell’ingegner Tonelli del Comune. Con loro anche un architetto di Milano affiliato alla Dont Stop Architettura incaricato di stilare lo studio di fattibilità del progetto, che non sarà però pronta prima di un mese.
Non mancheranno, però, le novità: sarà ampliata la tribuna stampa di circa 8 unità, le telecamere saranno incrementate da 7-8 a circa 20, verranno creati due studi televisivi e anche le postazioni radio saranno ampliate da 3 a 5. Si parla di una sala VAR da ricavare all’interno degli spogliatoi, mentre andrà incrementata la potenza luci e particolare attenzione è stata posta alla vetrata montata davanti al settore Distinti, troppo alta rispetto agli altri stadi italiani. Tutti temi che andranno sicuramente ripresi al più presto, perché è vero che non ci saranno tifosi sugli spalti ma il tempo stringe sempre più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.