28 Settembre 2020 - 14:00

FOCUS SP – Parola ai tifosi: “Siamo soddisfatti dell’esordio in A dello Spezia, ma servirà tempo”

post

I supporters aquilotti sono soddisfatti dell’esordio in Serie A dello Spezia: i calciatori si sono impegnati e hanno dato filo da torcere per un’ora a una squadra di livello come il Sassuolo, che può ambire a giocare in Europa. Oltretutto lo Spezia deve ancora completare la rosa con nuovi innesti.

Per Domenico Paganini è stata un emozione unica veder giocare la sua squadra del cuore in Serie A e aggiunge: “Quasi ci credevo, abbiamo tenuto testa al Sassuolo per 60 minuti. Sotto di un gol siamo riusciti a pareggiare, poi purtroppo il Sassuolo è venuto fuori e abbiamo perso. Quindi per me ottima prestazione visto che giocavamo contro una delle squadre più forti di serie A. Non vedo l’ora di vedere la squadra al completo per me il migliore in campo è stato Ricci (assist per la rete di Galabinov).”

Raffaele invece ci ha tenuto a sottolineare: “La A e la B sono campionati talmente diversi che ti devi rifondare e purtroppo non c’è stato tempo di farlo. Lo Spezia è un cantiere aperto e deve ancora completare la rosa. Nella gara di ieri i giocatori dello scorso anno sono andati bene perché rodati, mentre i nuovi ancora devono entrare nei meccanismi di gioco di Italiano. A me ha colpito il nuovo portiere Zoet: penso che potrà fare molto bene in campionato.”

I due super tifosi Erika e Andrea Riani sono invece rimasti delusi  dalla prestazione sottotono del neo aquilotto Jacopo Sala,  anche se “è sbagliato criticare subito alla prima giornata”. Però nel complesso si ritiene soddisfatta della prestazione dei suoi contro una corazzata che gioca a memoria. Erika ci ha tenuto a sottolineare: “Sono fiduciosa, secondo me appena i nuovi arrivati si saranno ambientati e avranno capito il meccanismo del mister sarà tutto più semplice e ci divertiremo. Diamo tempo al tempo.”

Andrea si è soffermato sulle note positive della partita: “Mi sono piaciuti Agudelo, Galabinov, Bartolomei, Ricci. Purtroppo ci mancano ancora giocatori con esperienza in serie A che possano fare la differenza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.