6 Ottobre 2020 - 11:51

Italiano: “Questo Spezia può salvarsi, soffrendo e lavorando. Mercato? Siamo in sintonia”

post

Sulle colonne di Tuttosport questa mattina in edicola troviamo una lunga intervista al tecnico Vincenzo Italiano, che ha mandato in archivio le prime tre giornate di A con una vittoria e due sconfitte. Doveroso il rimando alla promozione e alla cavalcata che ha contrassegnato la scorsa Serie B, con il poco, pochissimo tempo a disposizione. Ma la speranza non manca, insieme alla consapevolezza che uno scotto da pagare ci sarà sicuramente e alla voglia di fare una stagione all’altezza delle aspettative. L’importante era riuscire a muovere la classifica, esordisce il tecnico: “Abbiamo cercato di imporre il nostro gioco e continueremo a farlo indipendentemente dai risultati. Con una nostra identità sarà meno difficile affrontare le grandi” le sue parole. Inevitabile tornare sia sulla sconfitta di Cesena che sulla vittoria di Udine, anche se la più fresca sensazione è per San Siro: “Abbiamo retto per 57 minuti, dobbiamo essere soddisfatti, dobbiamo evitare i cali di tensione ma il risultato finale non ci rende giustizia“.

Con il suo 4-3-3 Italiano vuole conquistare ogni punto con i denti, con la consapevolezza di dover imparare in fretta e che gli errori da commettere sono pochi, ma di una cosa è certo: non bisognerà perdere l’entusiasmo. E poi il mercato: “Lavoro in piena sintonia con la società, abbiamo puntato su ragazzi funzionali alla nostra idea di calcio ed è stata alzata la cifra tecnica dello Spezia. Ora ci manca la giusta amalgama“. Una squadra molto numerosa, viste le poche cessioni, ma con le cinque sostituzioni tutti possono tornare utili: il tecnico ne è consapevole, ma sottolinea come sia necessario che tutti remino dalla stessa parte. Poi un elogio a Galabinov, cresciuto moltissimo nel finale della scorsa stagione e ora giocatore completo, ma anche alla società, che ha permesso al tecnico di lavorare al meglio e di fargli firmare il prolungamento fino al 2022. Infine, una menzione per il Genoa, che lo aveva fortemente voluto prima dell’inizio del campionato: “Gli interessi altrui fanno sempre piacere, ma in questi casi decidono cuore e testa. Questa proprietà può raggiungere traguardi importanti. Crediamo alla salvezza, ma dovremo lavorare tanto e soffrire” conclude.

E VOI CHE VOTO DATE AL MERCATO AQUILOTTO? >>>>>>>> VOTATE IL NOSTRO SONDAGGIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.