16 Ottobre 2020 - 18:00

Piccoli, grandi obiettivi…

post

Campo chiama Roberto Piccoli: il classe 2001, prodotto del settore giovanile di Zingonia, è pronto a fare il suo esordio dal primo minuto. Contro la Fiorentina, complice l’infortunio di bomber Galabinov, Italiano ha infatti tutta l’intenzione di lanciare nella mischia il giovanissimo attaccante arrivato dall’Atalanta.

Già messosi in mostra con tre centri nelle amichevoli contro Pistoiese e Virtus Entella, Piccoli ha compiuto il suo debutto assoluto in massima serie nella scorsa stagione con la Dea, prima di calcare la scala del calcio, quella San Siro amara per le Aquile, anche se foriera di speranze. E di speranze, giovani, ne è pieno lo Spezia, alla ricerca di un risultato positivo contro una Fiorentina che deve rilanciarsi, a partire dal traballante Iachini. Quale migliore chance allora per il baby talento? Un fisico da marcantonio e fiuto per il gol, come del resto testimoniato dagli 8 gol in 7 match messi a segno nella passata Youth League.

In tanti sono pronti a scommettere sull’attaccante lombardo, a partire dal Direttore Meluso, che non ha esitato a inserirlo nel progetto spezzino da un vivaio importante come quello dell’Atalanta. Una scommessa che i tifosi si augurano possa diventare realtà e perché no, essere superata. Del resto, abbiamo imparato che questa stagione dovrà essere caratterizzata da speranza, freschezza e voglia di stupire. E Roberto Piccoli, ne siamo certi, è il prototipo di tutto ciò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.