23 Ottobre 2020 - 19:30

Nel regno dei ducali, tra incertezze del presente e spauracchi del passato

post

Tre sconfitte, una sola vittoria, quattro gol fatti e ben nove subiti: se a questi numeri, aggiungiamo poi i cinque casi di positività al Coronavirus, non possiamo di certo dire che l’inizio stagione del Parma sia proprio tra più invidiabili. Reduce dal triplo salto dilettanti – massima serie e da due salvezze consecutive, ad oggi, la squadra di Liverani sta vivendo un passaggio delicato, complice un ridimensionamento economico della società, finita tra le mani dell’americano Kyle Krause e dei figli Tanner ed Oliver. 

Obiettivo: creare una società virtuosa, con bilanci in attivo e programmi ben delineati. Inevitabile, dunque, che, specie in questa fase iniziale contraddistinta per di più dall’emergenza covid, gli investimenti siano tutt’altro che esponenziali. Un cantiere in piena fase di apertura, tra critiche e paure di un ritorno al passato: il Parma punta alla salvezza, anche se i tifosi sembrano non crederci troppo, puntando il dito soprattutto contro il neo arrivato Liverani, fresco di una dignitosa retrocessione con il Lecce e al momento incapace di dare un’identità alla propria squadra. Quell’identità che dovrebbe essere offensiva, come il 4-3-1-2 utilizzato in queste prime uscite, ma che in realtà sembra aver portato soltanto troppo squilibrio tra tutti i reparti. Se infatti la difesa subisce troppo, anche il centrocampo e l’attacco, orfano di bomber Inglese, non ridono, mostrandosi lontani parenti di quei reparti orchestrati da D’Aversa nei quali solidità, imprevedibilità e rapidità erano i principali marchi di fabbrica. QUI IL REPORT ODIERNO DEI DUCALI

Ecco perché i punti in ballo contro lo Spezia scottano parecchio, così come la panchina di Liverani, a cui un altro passo falso sarebbe difficilmente concesso. Contro la squadra di Italiano, che per i ducali evoca dolci ricordi di promozione, dieci sono i precedenti, tutti in Serie B: dopo aver perso cinque dei primi sei – con una vittoria – il Parma è rimasto imbattuto nei successivi quattro – una vittoria e tre pareggi . Altra pillola statistica: il Parma ha vinto solo due delle cinque gare casalinghe in Serie A contro squadre neopromosse dal suo ritorno nel massimo campionato nel 2018/19:  due pareggi e una sconfitta per i ducali.

IL CONDOR AGOSTINI SCOMMETTE SULLO SPEZIA IN TRASFERTA A PARMA 

L’ALLENAMENTO ODIERNO DELLE AQUILE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.