14 Agosto 2022 - 22:41

PAGELLE SP – Drago para tutto, Nzola vola. Spezia in alto

post

Di seguito vi proponiamo i migliori e i peggiori della gara fra Spezia ed Empoli, prima giornata di campionato 2022/’23 (VOTATE I VOSTRI MIGLIORI IN CAMPO!):

DRAGOWSKI 7 – Nonostante sia dello Spezia solo da pochi giorni, aveva ben ragione Gotti: è in forma per giocare eccome. Due parate decisive prima su Destro in uscita, poi su Henderson a botta sicura in area di rigore. Dà sicurezza al reparto e comincia nel modo migliore possibile la stagione che porta al Mondiale. Due uscite alte perfette completano il suo menu.

CALDARA 6,5 – Dalla zona difensiva alla proiezione offensiva è un attimo e l’ex Milan si vede spesso spaziare anche dalle parti di Vicario. Clamorosa l’occasione che fallisce di testa nel primo tempo, mettendo fuori da posizione invitantissima un ottimo cross di Reca. È in forma e si vede, dalla sua parte regge l’urto di Bandinelli e co. 

KIWIOR 6,5 – Non più adattato, ma finalmente difensore centrale, come da copione. Partita di qualità, tosta e dura, confermando che quello è il suo ruolo ideale. Praticamente sempre preciso nelle letture, non è un caso se dall’Inghilterra sono pronti a investire tanto. 

NIKOLAOU 6,5 – Leader in campo e a gioco fermo, incita i compagni su ogni pallone. Preciso e perfetto negli anticipi, si fa notare per un bellissimo tackle scivolato nel primo tempo. Conferma il trend ottimo visto a fine campionato scorso.

GYASI 5,5 – Fascia da capitano al braccio, ma primo tempo un po’ in ombra: pronti via, si prende un cartellino giallo. Dalla sua parte viene spesso messo in mezzo e si impone difficilmente. Qualche guizzo, ma poco più. (Dal 74′ STRELEC 6 – Corre tanto e mantiene alto il ritmo). 

BOURABIA 7 – Finalmente il vero Mehdi. Dopo un anno a singhiozzo per i vari problemi fisici, il marocchino fa da metronomo nel gioco dello Spezia e la squadra fila eccome. Fa valere la sua esperienza mostrando quella qualità che spesso al Sassuolo avevamo notato. Se entra in forma difficile che possa perdere il posto. 

AGUDELO 5,5 – Da mezzala dà il suo contributo e con la sua velocità le prende e le dà. Nel primo tempo si mette anche in proprio, ma la mira è da aggiustare. Altre due volte nel secondo tempo tenta la conclusione, ma la palla finisce altissima. Chiude da seconda punta. (Dal 90′ ELLERTSSON SV)

BASTONI 6,5 – Gioca praticamente ovunque, svariando in tutte le zone del centrocampo e recuperando gran quantità di palloni. La ciliegina sulla torta del suo primo tempo è l’assist che innesca il sigillo di Nzola. Si fa sentire un po’ di stanchezza nella ripresa, ma dimostra di essere fondamentale anche senza il collega Maggiore. 

RECA 6,5 – Un paio di conclusioni e cross sbilenchi in apertura di match, ma poi prende la convergenza giusta. Suo il cross perfetto per Caldara, così come quello che Nzola spedisce fuori di poco. Dalla sua parte Stojanovic fatica non poco e lui si insinua spesso, provando anche la conclusione personale. (Dal 74′ HOLM 6 – Bel fisico e qualche sportellata).

VERDE 5,5 – Si fa vedere per un calcio di punizione velenoso dalla destra, ma perde troppi palloni per i suoi standard, ma ci mette l’anima come sempre. C’è da capirlo, l’affaticamento della settimana non ha aiutato. (Dal 60′ EKDAL 5,5 – Prende confidenza con il campo, anche se un pallone perso rischia di innescare un contropiede sanguinoso avversario. Si farà).

NZOLA 7,5 – Che fosse un lontanissimo parente (per fortuna) della scorsa stagione ce ne eravamo già accorti dopo la doppietta in Coppa Italia. E stasera segna la terza rete in due partite, per giunta di destro. Perfetto l’inserimento sulla giocata di Bastoni, così come la freddezza davanti alla porta. Veloce, fisico, tunnel e preziosismi, spesso incontenibile: Ismajli lo conosce bene ed è l’unico che prova a mettergli i bastoni fra le ruote. 

all. GOTTI 7– Cambia poco e nulla rispetto alla formazione che ha battuto il Como, scegliendo Dragowski fra i pali: e già qui ha fatto la scelta giusta. Il suo 3-5-2 cangiante mette spesso in difficoltà gli azzurri, che a tratti faticano a contenere la manovra. Il nuovo Spezia sembra tutt’altro che leggero, anzi: rispetto alla squadra dell’anno scorso sembra aver trovato da subito consapevolezza e brillantezza. Giusti anche i cambi: c’è da credere che con i nuovi pienamente pronti sarà ancora meglio. 

2 thoughts on “PAGELLE SP – Drago para tutto, Nzola vola. Spezia in alto

  1. Bella partita anche se all’inizio lo Spezia ha faticato un po prima di raggiungere il livello di gioco che poi ha dimostrato durante tutto l’arco della partita, è normale che sia così..bene le Aquile si sono alzate in volo col ” piede “.. giusto, avanti così!!

  2. Generoso il 5,5 a Verde. Io sono un suo sostenitore, ma ha perso quasi tutti i palloni.
    Gotti deve lavorare sul gioco. Nel secondo tempo la palla non l’abbiamo mai vista. Anche se a dire il vero l’Empoli non è così scarso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.