31 Agosto 2022 - 22:51

Gotti: “Non sono contento, dobbiamo crescere. Mercato? Io mi occupo del campo”

post

Uno Spezia combattivo e in partita fino ai minuti finali è uscito sconfitto per 2-0 dalla Juventus. Al termine della partita dell'”Allianz Stadium”, il tecnico aquilotto Luca Gotti ha analizzato a Sky la gara dei suoi uomini. Queste le dichiarazioni dell’allenatore delle Aquile.

Non mi soddisfa la prestazione. Sì, abbiamo fatto un passo in avanti in personalità, coraggio e ordine nelle due fasi. Ma non sono contento per niente. Ci siamo giocati una partita fino alla fine e non sono contento di uscire senza punti. Voglio che nemmeno i miei giocatori lo siano. Ci siamo giocati la partita per larghi tratti alla pari. Dobbiamo crescere come mentalità e diventare più forti. Alla fine del primo tempo potevo imputare soltanto, a fronte di una partita gestita bene, gli ultimi 20 metri. È come se ci accontentassimo di arrivare lì, e in area di rigore serve una furia e un atteggiamento diverso. Gyasi attaccante? Con questo sistema di gioco è il suo ruolo giusto. Gyasi e Nzola amano giocare insieme e non hanno avuto tante occasioni per farlo in questo inizio di stagione. Ho cercato di costruire un 3-5-2 un po’ storto dove lo faccio correre il più possibile in avanti e il meno possibile all’indietro. In attesa di completare questa squadra. Poi da venerdì faremo le valutazioni di questa prima parte del mercato, fino a gennaio. Mercato? È meglio che mi occupi di quello che accade dentro al campo.

Il tecnico delle Aquile ha proseguito l’analisi di Juventus-Spezia anche ai microfoni di DAZN. Queste le parole di Gotti nel post partita dello Stadium.

Abbiamo avuto una maggiore personalità rispetto alla partita con l’Inter. Ha fatto la differenza l’idea comune della lettura della fase difensiva e la costruzione del gioco. Non possiamo permetterci di andare alto contro tutte le squadre e in tutti i momenti della partita, ma oggi lo abbiamo fatto spesso con efficacia. Io non sono contento, per larghi tratti abbiamo giocato alla pari e siamo usciti senza punti. Negli ultimi ventri metri si fa la differenza e i palloni lì vanno gestiti in un altro modo. Dobbiamo crescere e non accontentarsi, dobbiamo diventare un po’ più bravi. Verde? Vediamo, il percorso di riabilitazione rischia di essere anche piuttosto lungo. Dovrò gestire bene i minutaggi dei giocatori nell’ottica delle tre partite ravvicinate. Gyasi? Ha feeling con Nzola, il suo posto è là davanti.

LE NOSTRE PAGELLE DEL MATCH

Votate i vostri tre migliori di Juventus-Spezia

  • Holm (31%, 170 Votes)
  • Kiwior (26%, 146 Votes)
  • Bourabia (21%, 118 Votes)
  • Hristov (7%, 37 Votes)
  • Dragowski (4%, 22 Votes)
  • Nikolaou (3%, 16 Votes)
  • Bastoni (3%, 14 Votes)
  • Sanca (2%, 9 Votes)
  • Gyasi (1%, 7 Votes)
  • Reca (1%, 4 Votes)
  • Nzola (1%, 4 Votes)
  • Ellertsson (1%, 4 Votes)
  • Strelec (1%, 3 Votes)
  • Sala (0%, 1 Votes)
  • Kovalenko (0%, 0 Votes)
  • Agudelo (0%, 0 Votes)

Total Voters: 212

Loading ... Loading ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.