24 Novembre 2023 - 23:41

D’Angelo: “Troppi timori e incomprensioni, ma verremo fuori”

post

Nel post-partita di Sampdoria-Spezia, il tecnico aquilotto Luca D’Angelo ha parlato in conferenza stampa dopo le televisioni. Ecco tutte le sue dichiarazioni dopo la prima in panchina alla guida del club bianco.

Le parole di D’Angelo

Sulla prima e sulle prospettive a gennaio: “Abbiamo lavorato in questi giorni con i ragazzi e dobbiamo solo pensare a quello, poi penseremo al mercato. Credo che la squadra abbia fatto una buona partita al cospetto di una squadra che ha entusiasmo. L’abbiamo approcciata bene rischiando anche di andare in vantaggio, poi nel secondo tempo è stata una gara piatta e nel gol do merito a loro. Il mio non è stato un atto di coraggio, credo fortemente nelle qualità della squadra”.

Sull’attacco sterile: “Dobbiamo servire meglio i nostri attaccanti per segnare, a livello di voglia e determinazione tutti hanno dato tutto, compresi i centravanti. Sta a me cercare di far capire come servirli meglio perché sono buonissimi giocatori”.

Sul calo del secondo tempo: “La squadra dal punto di vista atletico sta abbastanza bene, rivedendo la partita capiremo. Entrare a gara in corso non è semplice, specie per chi era in Nazionale. Tutti i subentrati sono tornati negli ultimi due giorni, ma la cosa importante è che la squadra creda nella possibilità di risalire e lo fa in maniera viscerale. Vero, nel secondo tempo ci siamo appiattiti, ma anche la Sampdoria. C’è un po’ di timore nel raggiungere il risultato, prendere gol a 10′ dalla fine ha spostato gli equilibri. Ma abbiamo giocato alla pari con una squadra in salute e con un grande pubblico”.

Sulla difesa: “Sul primo gol c’è stata una deviazione di Bertola, Elia ha fatto una grande partita mettendo in difficoltà gli avversari. Dietro dobbiamo lavorare molto su dei principi, ma non solo singolarmente, mi pare che ci siano state anche incomprensioni tattiche. Ma la voglia c’è e questa è la cosa più importante, sono convinto che le qualità vengano fuori”.

Sulla fase di costruzione: “I risultati dicono che dobbiamo migliorare in tutto. A livello di costruzione l’avevamo preparata bene, abbiamo attaccato discretamente l’area ma dobbiamo fare meglio. È evidente che ci sarebbero stati problemi, se no non saremmo in questa situazione”.

Su Kouda: “Aveva un duplice compito che secondo me ha assolto bene. L’anno scorso giocava in C e ora è in un campionato importante: ha dimostrato personalità, è stato bravo. Il risultato è negativo, ma nella prestazione mi ha soddisfatto”.

Sulla Sampdoria: “Ha giocatori di qualità tecnica e fisica e un allenatore bravo. L’ambiente aiuta, giocare a Marassi non è semplice e la tradizione conta. La squadra ha tutto per lottare, la B è lunghissima e i blucerchiati possono risalire nelle posizioni che contano”.

LE NOSTRE PAGELLE DEL MATCH

Votate i vostri tre migliori di Parma-Spezia

  • Hristov (23%, 94 Votes)
  • Nagy (15%, 60 Votes)
  • Elia (12%, 50 Votes)
  • Kouda (9%, 35 Votes)
  • S. Esposito (8%, 32 Votes)
  • Vignali (6%, 24 Votes)
  • Candelari (6%, 23 Votes)
  • Verde (5%, 22 Votes)
  • Zoet (5%, 20 Votes)
  • Cassata (4%, 17 Votes)
  • Moro (2%, 8 Votes)
  • Nikolaou (1%, 6 Votes)
  • P. Esposito (1%, 6 Votes)
  • Falcinelli (1%, 5 Votes)
  • Mateju (0%, 2 Votes)
  • Jagiello (0%, 2 Votes)

Total Voters: 165

Loading ... Loading ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *