27 Settembre 2020 - 14:42

PAGELLE SP – Sala… degli orrori. Si salvano Galabinov e Gyasi

post

Questi i migliori e i peggiori di Spezia-Sassuolo, esordio stagionale delle Aquile in Serie A: 

ZOET 5,5– Attento e sicuro nel primo tempo, chiude la frazione con una bella parata in sicurezza sul tiro di Djuricic. Nella ripresa fa il possibile. Disattento quando provoca una punizione a due in area.

SALA 4,5– Clamoroso il tunnel che subisce in occasione del vantaggio ospite, è costretto a farsi ammonire per un altro pallone perso sull’imprendibile Djuricic. Prova a riscattarsi nella ripresa con un bel cross per la traversa di Galabinov e con un salvataggio sulla linea. Ma commette errori anche sul 4-1. (Dal 77′ Ferrer SV)

ERLIC 5,5– Buona prova, è il migliore dei difensori nel primo tempo. Torna alla realtà dopo un’ora di gioco, quando in rapida successione è suo malgrado coinvolto nei tre gol avversari.

DELL’ORCO 5,5 – Attento nel posizionamento, autore di un paio di salvataggi nel primo tempo. Nella ripresa fa il possibile, ma viene inevitabilmente coinvolto nel black-out generale. (Dal 87′ Chabot SV)

RAMOS 5,5 – Soffre un po’ Berardi dalla sua parte, ma poi si assesta. Gioca 90′ e fa il possibile.

RICCI 6 – Ottima visione di gioco. Nasce da un suo splendido cross il gol di Galabinov per il pareggio. Si fa notare per un paio di cambi di gioco interessanti ed è una spina nel fianco degli avversari. Nella ripresa, però, scompare progressivamente dal campo.

BARTOLOMEI 5,5 – La fascia da capitano lo galvanizza da subito e sfodera una prova di qualità. Lotta su ogni pallone e dà tutto. Nella ripresa soffre un po’ gli avversari, prima di lasciare il campo dopo 72 minuti. (Dal 72′ Deiola SV – Ci prova da fuori)

POBEGA 5,5 – Fatica ad entrare in partita, poi si fa notare per un paio di spallate e qualche azione interessante. Difficile chiedergli di più visto il pochissimo tempo a disposizione. (Dal 72′ Mora SV)

GYASI 6– Parte con il freno a mano tirato, poi ingrana la marcia. Ci prova soprattutto nella ripresa, quando si fa vedere per un paio di sortite interessanti. È fra gli ultimi a mollare, anche quando il risultato è ormai acquisito. 

AGUDELO 6,5 – Mette in mostra le sue qualità migliori: velocità e dribbling. Nei primi minuti gli avversari non riescono a prenderlo, poi prova anche la conclusione ma deve aggiustare la mira. Nella ripresa perde un po’ di birra, ma quando esce lo Spezia risente della sua velocità. (Dal 72′ Farias 6 – Una luce nel buio)

GALABINOV 6,5 – Entra nella storia delle Aquile segnando il gol del pareggio con un imperioso stacco di testa. Grande lavoro sporco là davanti: quando tocca il pallone è sempre pericoloso. Nella ripresa sfiora la doppietta con una zuccata che si infrange sulla traversa.


Allenatore ITALIANO 5,5
– Difficile chiedere di più a una squadra che è un cantiere aperto, ma il suo Spezia ha mostrato buone cose solo davanti. Le difficoltà sono state evidenti in difesa, soprattutto nella gestione della gara, oltre alla scelta di Sala dall’inizio che non ha pagato. Dovrà ancora fare molto lavoro per trovare la quadra giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.