17 Ottobre 2020 - 09:30

Bordin: “I giovani dello Spezia sono una risorsa, con Italiano cresceranno tanto”

post

Questa mattina su La Nazione troviamo un’intervista all’ex capitano dello Spezia Roberto Bordin: 186 presenze in maglia bianca, una promozione in C1 e una Coppa Italia di Serie C. Una grande emozione vissuta da parte sua quella della conquista della Serie A, nonostante un Picco senza spettatori. Bordin sa bene cosa significhi affrontare la Fiorentina, seppur in gara non ufficiale: era presente nell’amichevole di tanti anni fa dopo quella con il Milan, “sperando sia di buon auspicio per domani. I valori sono diversi, ma conterà l’approccio alla gara, senza dimenticarci che si parte sempre da 0-0“. La forza dello Spezia dovrà essere il gruppo e Italiano dovrà martellare come l’anno scorso per ottenere il massimo.

Innegabile che la Fiorentina sia una squadra superiore: “Però le partite vanno giocate, gli episodi possono caratterizzarle e indirizzarle. Con organizzazione e filosofia di gioco la strada sarà quella giusta“. Uno Spezia costruito in fretta da Meluso, “una buona squadra” per un campionato non semplice. Orgoglio, voglia di fare ed entusiasmo possono essere armi importanti secondo Bordin. Serve un po’ di pazienza con i giovani, ma ci sono diversi giocatori di esperienza come Terzi e Rafael che possono compattare il gruppo. “I giovani sono una risorsa, non si fermano mai, assorbono tutto come delle spugne” la sua sensazione.
E sulle Aquile per molti date per spacciate ancora prima di cominciare ha le idee chiare: “I conti si fanno sempre alla fine, quelli che si sbilanciano ora sono gli stessi che l’anno scorso di questi tempi davano lo Spezia per retrocesso in C“.

I PRECEDENTI CON LA FIORENTINA SONO TUTTI MOLTO DATATI >>>>>>> LEGGI TUTTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.