19 Agosto 2022 - 09:52

Tutti pazzi per Drago: il leader che punta l’Inter e il Mondiale

post

Non solo il redivivo Mbala Nzola, c’è anche un altro giocatore dello Spezia subito balzato in testa alle preferenze dei tifosi aquilotti: si tratta del portiere Bartlomiej Dragowski. Sono bastati 95′ contro l’Empoli per riscuotere subito consensi unanimi nella piazza: grinta, uscite e reattività hanno fatto della sua prova qualcosa di prezioso, testimoniato anche dall’aver mantenuto la porta inviolata. Come si legge oggi su La Nazione, il polacco non rappresenta soltanto un ottimo estremo difensore, ma anche un leader dal carattere carismatico e un trascinatore.

Lunga esperienza

La sua trafila è stata molto lunga: esordio a 16 anni nello Jagiellonia, formazione professionistica della sua città, in un percorso identico a quello del padre Dariusz, che di mestiere faceva però il centrocampista. Nella stagione 2014/’15 è miglior portiere e rivelazione del campionato, poi l’arrivo della Fiorentina, che lo comprò nel 2016. Con i viola ha disputato stagioni di alti e bassi, ma ha avuto una fruttuosa esperienza ad Empoli per un girone di ritorno di altissimo livello. Da lì l’escalation: il ritorno a Firenze, la titolarità e la Nazionale. E ora, lo Spezia: con lui ci sono i compagni Reca e Kiwior, con l’opportunità diventare tutti protagonisti in A e al Mondiale. Ma prima la sua 97esima partita in Serie A: a San Siro l’avversario si chiama Inter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.