20 Settembre 2022 - 09:55

Macia sul mercato: “A gennaio alzeremo l’asticella, le cessioni…”

post

Anche sulle pagine de La Nazione troviamo un riferimento all’arrivo di Macia in città. Competente, ambizioso, ma anche coraggioso e semplice oltre che affidabile. Il CV è prestigioso e ora ecco la nuova sfida. Il progetto Platek come principale idea da coltivare in modo interessante e volto al futuro. Una crescita sostenibile, come quella raccontata ieri, che passi da investimenti ma senza voli pindarici al fine di stabilizzarsi nel calcio dei grandi e alzare il livello.

Start gennaio

Alla domanda precisa sul mercato di gennaio, Macia è certo: “L’obiettivo è migliorare e alzare l’asticella della qualità. Gli svincolati? Dovremo analizzare bene le dinamiche, i giocatori che ora sono fermi in linea di massima chiedono ingaggi alti“. Poi si parlerà anche delle successive sessioni di mercato: “In generale l’idea è quella di vendere al massimo due giocatori per reinvestire i proventi in altri atleti di valore. Non dobbiamo venderne dieci, ma il prestigio di un club dipende anche dai giocatori che si piazzano nelle grandi società. Un occhio attento sarà per i giovani, che cresceranno anche in base a chi hanno vicino“.

Bandiere… ammainate

Nel calcio, si sa, di bandiere ce ne sono sempre meno. “Credo in giocatori motivati, ‘bandiere’ competitive, giocatori ambiziosi. Non mi piacciono giocatori che si adagino sul presente, serve la competitività. Non possiamo commettere errori di personalità: prima servirà la testa poi i piedi“. Con Gotti ha già avuto un colloquio, con la certezza che la squadra attuale possa crescere ancora tanto e con la grande fiducia riposta in lui.

SOSTA A CENTRO-CLASSIFICA MA GUAI A ESALTARSI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.