21 Settembre 2022 - 18:51

L’ex Pandev si ritira: “Spezia? Quante botte a Pisa e Carrara…”

post

Goran Pandev ne ha viste e passate tante nel calcio giocato, a tutte le latitudini. E ha vinto anche tanto, soprattutto con la maglia dell’Inter in quell’incredibile Triplete di mourinhiana memoria. Oggi, dopo una stagione al Parma con più bassi che alti, a quasi 40 anni ha deciso di dire basta e di chiudere con una carriera incredibile, con tanto divertimento e pochi rimpianti. In una lunga intervista a Gazzetta.it, il macedone – che vive ancora in Liguria a Genova – ha raccontato le tante esperienze vissute in giro per la Serie A e non solo, raccontando anche lo Spezia, che ha vissuto nella Serie C/2 ormai tanti anni fa.

Vita vissuta

Possiamo dirlo senza problemi, mi ritiro. Ero già di quell’idea dopo aver concluso il campionato a Parma, poi per tutta l’estate non ho più pensato al calcio e quando succede così ti lasci andare e ti alleni meno. Non ho più la testa per la preparazione e dopo la B dello scorso anno senza parte finale di stagione mi sono fermato qualche mese. A 39 anni si fa fatica. Ora vivo a Genova, in 8 anni mi sono fatto tanti amici. Il clima, il mare, un bel posto anche per la famiglia, sto bene. Non ho ancora programmi per il futuro, ora voglio solo riposarmi. Magari cercherò qualcosa nel calcio.

Bei ricordi

A Spezia ho fatto la C, so cosa vuol dire fare la gavetta. Ero nella Primavera dell’Inter e Moratti deteneva il 50% dello Spezia, così mandò me e altri 6-7 ragazzi delle giovanili là. Quante botte con Pisa, Carrarese, Pistoiese, era un derby tutte le partite. Certe tranvate: mi ricordo ancora, avevo 20 anni e avevo vinto il campionato Primavera con i nerazzurri, insieme anche a Berti, Pasquale e Cordaz. Oggi il portiere è ancora lì: l’ho visto l’anno scorso e gli ho detto ‘Che cavolo ci fai qua?’ – ‘Terzo portiere…’, mi ha risposto. Gli ho detto ‘porta anche me come sesto attaccante!’. Ed effettivamente quando c’era Conte mi hanno cercato, gli venivo comodo anche perché ho fatto lì il settore giovanile. Mi chiamò Ausilio, rideva. Gli dissi ‘Mi prendi in giro? Io a 37 anni mi vergogno a venire a San Siro!

DALLA POLONIA: KIWIOR PUÒ PASSARE AL MILAN A UNA CIFRA RECORD
ANGELOZZI: “MACIA COLPO TOP PER LO SPEZIA”

 

One thought on “L’ex Pandev si ritira: “Spezia? Quante botte a Pisa e Carrara…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.