19 Febbraio 2023 - 20:52

Lorieri in conferenza: “Soddisfatti della prova. Il modulo? Vedremo”

post

Fabrizio Lorieri, allenatore ad interim delle Aquile, ha parlato in sala stampa a margine della gara con la Juventus. Ecco tutte le sue considerazioni.

Sulla risposta data: “Siamo contenti, affrontare la Juve in una settimana particolare e fare la partita per come i ragazzi l’hanno interpretata è stato positivo e bello da vedere. Abbiamo avuto la sensazione di essere sempre in partita e che qualcosa di positivo potesse sempre succedere. Non era scontato e dobbiamo sicuramente elogiare quanto fatto dai ragazzi oggi”. 

Sul modulo: “È stata una settimana di lavoro in cui abbiamo preparato diverse cose confrontandoci e cercando di capire le situazioni migliori da attuare. Sono state soprattutto sensazioni nel provare le cose, nonostante il poco tempo. Abbiamo avuto la sensazione che i ragazzi recepissero la cosa che provavamo a fare”. 

Su Dragowski: “Calciando ha sentito dolore e farà accertamenti, sperando che non sia nulla di grave”.

Sui gol subiti: “Non erano tiri facilmente parabili, non ho avuto la sensazioni che Marchetti avesse colpe particolari. Ci sta dando una grossa mano ed è entrato molto tranquillo per dare un contributo importante. Non mi sembra che ci siano colpe particolari. Non gli ho detto niente di particolare, non ha bisogno di consigli: era pronto e gli ho fatto solo una battuta”. 

Sul futuro: “Non so se ripartiremo dalla difesa a quattro, ci siamo rimessi a disposizione della società che ci ha chiesto di preparare la partita al meglio. Lavoreremo su un discorso partita per partita”. 

Sui rientri: “Quello di Nzola è molto importante, mezz’ora fatta oggi importante. Shomurodov ha bisogno di un po’ di tempo per trovare le giuste situazioni con la squadra e oggi ha fatto bene anche in tandem con Nzola. Avrà con il tempo la possibilità di migliorare. Kovalenko è già rientrato, Bastoni ha ancora bisogno di tempo, così come Moutinho. Holm? Questa settimana non si sentiva al meglio e lo valuteremo”. 

Sulle cose da cui ripartire: “Sappiamo bene che ogni gara da qui in avanti pesa molto, per tutti. Non ci saremo solo noi ma anche altre squadre che soffriranno con noi. Se la squadra ha questo tipo di valori e non riesce ad abbattersi per i risultati abbiamo i valori per portare a casa la giusta determinazione. Vedendo come lavora il gruppo le sensazioni sono solo positive”.

Su Caldara in panchina: “Nelle poche sedute che abbiamo fatto abbiamo provato anche le varie possibilità. Abbiamo optato per questa scelta ma non c’era un motivo particolare. Chi è partito dall’inizio era forse un po’ più funzionale”.

Su Ekdal: “Siamo soddisfatti, ha fatto un’ottima partita. È calato alla fine ma lo aveva messo in preventivo. Si può dire che ha fatto molto bene”.

Su Amian: “Un giocatore enormemente importante. Ha la qualità di potersi adattare ed essere funzionale alle situazioni. Riesce a dare subito quel che si chiede. Percepisce bene le cose e questa è una grande dote: può giocare in qualsiasi momento e soprattutto fare qualsiasi cosa gli si chieda”. 

LE NOSTRE PAGELLE DEL MATCH

Votate i vostri tre migliori di Parma-Spezia

  • Hristov (23%, 94 Votes)
  • Nagy (15%, 60 Votes)
  • Elia (12%, 50 Votes)
  • Kouda (9%, 35 Votes)
  • S. Esposito (8%, 32 Votes)
  • Vignali (6%, 24 Votes)
  • Candelari (6%, 23 Votes)
  • Verde (5%, 22 Votes)
  • Zoet (5%, 20 Votes)
  • Cassata (4%, 17 Votes)
  • Moro (2%, 8 Votes)
  • Nikolaou (1%, 6 Votes)
  • P. Esposito (1%, 6 Votes)
  • Falcinelli (1%, 5 Votes)
  • Mateju (0%, 2 Votes)
  • Jagiello (0%, 2 Votes)

Total Voters: 165

Loading ... Loading ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *